Italia in ricchezza e povertà

medusa-arte-italia-museum

Gli italiani pensano che per vedere Caravaggio bisogni andare al Louvre perchè non sanno che nelle chiese abbandonate di tutta Italia si possono trovare suoi capolavori.
I giovani italiani pensano di dover sottostare a regole che non sopportano, invece di provare altri modi per aggirarle e reinventarle, adattando il mondo alla loro vita, senza sottostare a logiche obsolete.
Pensano che guardare il mondo fuori dall’Italia significhi fare i turisti, sottovalutano le potenzialità dell’evoluzione portata da internet per conoscerlo, anche la possibilità di viaggiare solo con il cervello.
Pensano in modo tradizionale: così non riusciranno a convincere i dinosauri che li governano.

Gli italiani delegano sempre, aspettano che qualcuno gli dia il piatto cucinato e apparecchiato e contro quel piatto ci vanno a sbattere come tori.
Restano chiusi nella loro piccola realtà perchè vogliono cambiarla ma aspettano che qualcuno lo faccia per loro.
Gli italiani cambieranno qualcosa quando durante una trasmissione in cui il loro ex presidente del consiglio fa il buffone si gireranno a dargli le spalle e abbandoneranno lo studio. Per iniziare a camminare verso la direzione del cambiamento bisogna fare il primo passo.Per ora stiamo solo gattonando.

Leonardo andò a Versailles a costruire i giardini della reggia del Re Sole, oggi Marchionne va negli Stati Uniti o in Venezuela. Il talento o l’innovazione italiana saranno sempre richiesti nel mondo.

Una volta un tizio inglese mi ha chiesto se in Italia ci fossero ferrovie, io gli ho risposto che siamo stati i primi al mondo ad inventarle nel 1839 con la linea Napoli-Portici.
Siamo stati i primi a fare tante cose, solo che ce lo dimentichiamo e lo facciamo dimenticare agli altri. Ci dimentichiamo che le idee fanno più degli uomini e noi ne abbiamo tante dal passato, per guardare al futuro.

Questa voce è stata pubblicata in Storture e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...