Ballata di Ruby

In genere non amo rivangare, ma l’attualità schiacciante di temi che non passano, riproposti sempre in salsa diversa ma uguali a se stessi nei contenuti, mi spinge a tirare fuori dal cassetto pensieri che speravo di poter archiviare.

Ragazze bigotte
attaccate al pudore
come osate, signore
additare l’onore
di fiori di maggio
sparsi sul lastrico
in via del saccheggio.

Dove uomini calvi
nei loro panciotti
vi richiamano al suono
di gioielli e biscotti.
Ci son tanti altri
mestieri da fare
ma mettiti in fila
se a novanta vuoi stare.

Banchetto nero
con lingue di rosso
sparate da bocche
pescate da un fosso.
Da una torbida pozza
dove sguazza la gente
che vive sull’onda
di un vile presente.

Uffici di fango
paese di sterco,
ministro, onorevole
è questione di tempo
poi salderai il conto
del mio albergo.

Questa voce è stata pubblicata in Truffe e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ballata di Ruby

  1. tramedipensieri ha detto:

    Una ballata, proprio.

    Complimenti…un caro saluto
    .marta

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...