La Noia

Standard

Mani che non stanno ferme.
Tremano, cercando momenti da afferrare.
La sconfinata distesa di anime e cemento mi attende.
Trovare un angolo da cui iniziare, oltre questa coltre di nulla.
Sembra chiamarmi un vagare senza senso, vano per me.
Aspetto un traino a cui aggrapparmi per viaggiare.
Pecco di lascivia, pecco con me stessa.
Il mio futuro non me lo perdona,
Ogni ora persa è un’ora
Di cui sono schiava.

Annunci

2 pensieri su “La Noia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...