Immissioni di liquidità

wall-street-borsa-finanza-mercato

E la borsa va giù ogni venerdì
Braccia si allungano a raccoglierla
Perdono un pezzo di dignità.

Fare di più, fare meglio
Fare più veloce, fare tutti insieme
Chiedete più sudore
A chi lo versa tutti i giorni.

Succhiate anche dalle pietre
Come cozze attaccate
Allo scoglio del potere.

Questo basta a celare
La vista di falchi che aspettano
La mano ad imbeccarli
Per attingere alla bontà
Dell’otre del padrone.

Quelle tasse non le scontiamo
I sacchi di grano non li svendiamo
Ci daremo quel che abbiamo.

In un posto dove non c’è motivo
Di accumulare oro e filigrana
Non c’è modo di farne uso e vanto.

Se vi spaventa il pensiero
Ne siete prigionieri.

Questa voce è stata pubblicata in Storture e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Immissioni di liquidità

  1. matteo ha detto:

    poesia molto bella, sei molto polemica nei confronti di chi ha deciso la direzione in cui il mondo sta andando… purtroppo questa direzione non è stata voluta da noi…

    Mi piace

    • Erika Giambattista ha detto:

      penso che la decrescita felice sia possibile e dipenda molto dal piccolo, andando contro le logiche che ci hanno portato a questo punto ma senza grandi scossoni al sistema. più che altro spero che ci sia un cambiamento graduale nelle abitudi di consumo, e soprattutto di spreco, di noi occidentali!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...