Cambiamentendo 2.

occupy-protest-riotOutside

…continua da Cambiamentendo 1.

2.
A fumare erano davvero in tanti. Sarà che una volta formata la cerchia, per interessi comuni si vedono sempre le stesse facce. Però erano tante facce. Probabilmente se ne vedono meno in chiesa insomma. Una setta più redditizia.
Stavamo partecipando, stavamo spingendo insieme al movimento globale. Con i click e con il vintage. Con l’amore diverso da quello degli orsacchiotti di peluche e dei cioccolatini, l’amore come slancio e diffusione. Quello di cui non ci fregava davvero nulla era la prevaricazione. Nessuna intenzione di ottenere qualcosa da un’altra persona, soltanto condivisione, scambio. Ci mettevamo a disposizione l’uno dell’altro e rimediavi sempre la cena, la sbornia, la compagnia per un concerto. Erano anni di divertimento. Un divertimento in forza dell’essere e non del diventare, che si esauriva come i momenti, un attimo dopo il loro passaggio. Lo emanavamo come lampadine.
Non è che non sapevamo dell’esistenza della finanza, delle pensioni e della cedolare secca,
semplicemente non volevamo entrarci. Quei calcoli avevano preso distanze troppo grandi dalla loro funzione. Volevamo vedercela tra noi, stanchi di delegare e di non poterci soddisfare con le nostre idee, i nostri sforzi e la nostra fatica. Volevamo creare, di testa nostra. Anarchia pura. Una forma di libertà mentale mai conosciuta prima. L’anarchia dell’aggiustamento mutatis mutandis. Mista di visioni e miti, di bivi, ma dalle sfide certe: dovevamo modificare i nostri comportamenti, e lo stavamo facendo.
L’impegno del nostro pensiero ci sembrava qualcosa di davvero potente.
Sfortunatamente, non è quello che successe. Ogni volta che mi ritrovo su questo divano so bene come ci sono finita: dovevamo combattere, non barattare. Creare tra noi una società orizzontale non ha distrutto i centri del potere, ci ha solo ficcato un altro livello in mezzo. Non è successo. Siamo restati immobili, o almeno questa è la spiegazione logica. In realtà ci hanno immobilizzato. Le nostre menti si sono svegliate, ma i nostri corpi hanno perso funzionalità: dietro a degli schermi, siamo innocui.

to be continued…

Questa voce è stata pubblicata in Soffitta e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Cambiamentendo 2.

  1. Pingback: Cambiamentendo 1. | Una come tante

  2. Pingback: Cambiamentendo 3. | Una come tante

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...